Della malinconia e della mancanza.

Nel 1984 non ero neanche nata. So di Enrico Berlinguer attraverso i libri, le interviste, vecchie puntate di Mixer, i racconti di chi c’era.
Non conosco quindi la sensazione di chi ha vissuto la sua presenza, di chi ha potuto sentire la sua voce.
Eppure in questi giorni, così tristi per tutto ciò che intorno succede, sento un nodo in gola e un senso di vuoto che non pensavo di poter provare per una persona mai conosciuta.
E mi scopro a pensare e a ripetere le ultime due parole di un post di Concita De Gregorio: Enrico, resta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...