It’s a wonderful life

L’egocentrismo, le persone petulanti e quelle gratuitamente scostanti. E tutto un microcosmo che ruota intorno alla banalità, al timore reverenziale e alle voci – solitamente acute – che di tanto in tanto si abbassano per parlar male di chi è appena uscito. Di nuovo la consapevolezza di non voler fare questo nella vita.
Però c’è il mare a meno di 50 metri, il suo profumo forte e il vento che scompiglia i capelli e porta via con sé il fumo della sigaretta mentre in piedi sulle punte e con gli occhi stretti a causa del sole, guardo barche e luccichii sull’acqua.
E in più c’è il sottile piacere della quotidianità, del tutto inaspettato e difficile da spiegare, che rende meno alienante questa esperienza temporanea, la sveglia presto la mattina, quelle volte durante la settimana in cui esco per prima di casa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...