Il pranzo di natale

12 persone a tavola. Le parole che si mischiano al rumore di bicchieri, di videogiochi, di telefoni che squillano. Di parole dette e non dette con scambi veloci di sguardi che sono nell’ordine di minaccia, di approvazione, di disappunto.
Il pranzo che scorre lento, lentissimo tra prosecco, vino e grappa. Domande impertinenti e segreti di bambina confessati nell’altra stanza.
Il pomeriggio le persone aumentano, il volume delle voci anche, insieme al rumore di nuovi pacchetti da scartare. Conviene avere ancora un nomignolo per zie e cugine grandi.
Tante storie note e celate come in un banale film su una famiglia italiana. Restare a casa qualche ora in più, per osservare e per rispondere sempre alle stesse domande di ogni natale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...