E otto!

C’è un instante preciso durante l’esame in cui ci si rende conto di star dicendo le cose giuste, cose espresse correttamente, senza troppi aggettivi ma neanche con troppa asciuttezza. Dopo 25 esami, più altri 8 è facile accorgersene: lo sguardo di chi ascolta da vago si fa più penetrante e le palpebre si aprono completamente senza tendersi però.
In quel preciso istante è possibile sentire un brivido di soddisfazione correre lungo la schiena: la sveglia presto anche il fine settimana, le mille sigarette e i mille caffè, il soffitto bianco del quale conosci tutte le crepe, svaniscono. Da lì è tutta discesa. Ed è divertente. E ti devono fermare.

Annunci

4 pensieri su “E otto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...