Niente massimi sistemi qui

Davvero, belle vere è solo questo? E se è solo questo, dov’erano fino ad ora? E se loro sono belle vere – e sia chiaro, sono davvero molto belle – le altre non lo sono?
Ho lasciato un po’ decantare la questione della copertina di Vogue che è la naturale evoluzione di una crociata della Sozzani, dice lei, contro l’anoressia. Giusto, giustissimo. Ma.
A non voler vedere del marcio in Danimarca sempre e comunque – che è uno sport facile facile – c’è qualcosa che non torna. Almeno un paio di cose.
Un titolo così, per quanto provocatorio, apre una voragine tra ciò che secondo chi l’ha concepito dovrebbe essere bello e quello che non lo è. E se questo è semplicemente un titolo, per chi legge e soprattutto guarda, un titolo ed una foto – fatta da uno bravo come Meisel – non sono solo questo ma sono un manifesto. Esplicito. Che stigmatizza qualcosa ed esalta qualcos’altro.
Mettere in copertina e quindi dettare una linea editoriale dovrebbe avere come conseguenza un adeguamento di tutto il giornale. Se gli altri servizi e le pubblicità, soprattutto, non sono così non ha molto senso.
Le modelle in lingerie sono sempre molto belle, si sceglie di metterle in lingerie proprio per mostrare un bel corpo e questi, che piacciano o meno secondo il proprio gusto soggettivo, sono bei corpi. Ma un giornale di moda per dichiarazione d’intenti parla di vestiti. I vestiti che stanno divinamente ad una modella magra, starebbero ugualmente bene ad una di queste modelle? E’ questo che voglio vedere.
Quando guardo un vestito su un giornale di moda, al di là della mia disponibilità economica e di quanto possa starmi più o meno bene, io ammiro l’allure di quel vestito su quella determinata modella, con quei determinati accessori. In quel momento un abito diventa desiderabile.
Non sto parlando di massimi sistemi e di problemi ben più seri di una copertina studiata per bene ma di vestiti. Di come sono, di come sono indossati, di quanto sono belli. E’ fin troppo facile fare una foto impeccabile a tre belle modelle formose e mezze nude e guadagnarsi un credito di coscienza pulita che duri un altro mese. Mi piacerebbe vedere sul prossimo numero le tre stesse donne vestite, senza titoli sensazionalistici, posare come tre modelle qualunque.

Annunci

3 pensieri su “Niente massimi sistemi qui

  1. Perfettamente d’accordo con te!
    I bei vestiti stanno meglio alle modelle magre, non c’è niente da fare, ed è per questo (e solo per questo) che sui giornali e sulle passarelle è tutto un tripudio di ragazzine magrissime!
    La Moda preferisce loro perchè valorizzano meglio gli abiti e non per altre assurde e criptiche motivazioni.
    Vorrei vedere pure io l’effetto dei jeans a zampa d’elefante o dei micro short o delle gonnelline a corolla addosso ad una di queste bellezze burrose!

    • Richiamare l’attenzione su questioni importanti è una cosa giusta, bisognerebbe farlo sempre ma sapendo bene di cosa si sta parlando e non soltanto per lavarsi la coscienza. Questa cosa qui, invece, mi sembra tanto una marchetta neanche tanto ben fatta..

  2. Ma le riviste di moda o quelle “femminili” non trattano di vestiti, ma sono date alle stampe appunto per le marchette, dai prodotti dietetici, ai vestiti, alle malattie, che diìventano di moda, a seconda del medicinale che deve essere lanciato dalla grande casa farmaceutica, ecc. ecc. Conta di propagandare il brand, in maniera diretta o indiretta, non conta il valore d’uso di un prodotto, che sia anche un valore estetico, come può essere quello di un vestito. E’ il solito vecchio capitalismo, care. Il capitalismo per voi femmine, che vi dice che la cellulite è una malattia da curare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...