Poi dici gli studi di genere

Signor Langone, le donne non sono sole delle incubatrici: possono scegliere di essere anche madri. La bassa natalità nel nostro paese non dipende dall’alto livello di scolarizzazione, come lei provocatoriamente sostiene fornendo anche autorevoli statistiche, ma dalla totale inesistenza di stato sociale che impedisce ad una donna di poter diventare anche madre. (no, affidare i bambini ai nonni o aspettare infinite graduatorie per asili privati, non è propriamente stato sociale).

Annunci

Un pensiero su “Poi dici gli studi di genere

  1. E’ simpatico, un cretino che non si vergogna di essere un cretino… viva la sincerità. Però quando noi eravamo prolifici, emigranti ed analfabeti, avevamo un tasso di omicidi e violenze sulle donne altissimo. Ma non c’erano i Bruno Vespa a parlarne in maniera morbosa. E’ realista, allora se si propone un ritorno all’ignoranza, deve tener conto anche di questo. Ma se a questo tamarro ripugna di più aspettare il treno in mezzo ad immigrati, allora in fondo una sua ideologia ce l’ha, è un razzista di merda. E se vuol essere uno che guarda in faccia alla realtà, siccome gli uomini hanno sempre migrato e sono mischiati dappertutto, potrebbe anche andare ad impiccarsi. Questa sarebbe sano realismo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...