Albania/2

Tornare in Albania significa di nuovo passare frontiere, rispondere alle solite domande, scavalcare montagne, passare dal fresco al caldo soffocante, scansare mucche, passare per Elbasan addormentassi, svegliarsi su un cavalcavia sterrato e accidentato – non ti preoccupare siamo quasi arrivati – e poi ritrovare di nuovo il mare sulla destra, il sole incandescente alle nostre spalle, su un’autostrada iniziata trenta chilometri prima e finita così, senza avviso, in un’ennesima strada sterrata che però porta in città.
Siamo a Valona, non ho ben capito come, Continua a leggere